Donna in un Tratto di Penna - di Antonio Attinà

Donna in un Tratto di Penna - di Antonio Attinà

Donna in un tratto di penna

Copyrighted.com Registered & Protected 
F12N-QSI7-RQEN-0UZC

KNIGHTS_ILL

KNIGHTS_ILL

lady

Contante Libero

ContanteLibero.it

Franklin banner

Franklin banner

DONATIONS

DONATE US - TO HELP US TO DEFEND IN THE WORLD HUMAN AND CIVIL RIGHTS...

DONATECI QUALCOSA - PER AIUTARCI A DIFENDERE NEL MONDO I DIRITTI UMANI E CIVILI...


BTC:1Jiq8C1jHdcyCjJiTq1MDwJq8mVG5iBAus


----------------------------------------------------------------

ADVERTISEMENT SPACES

WE REALIZE ON REQUEST PROFESSIONAL BANNERS LIKE THESE ON THIS SITE AND ALSO WEB GRAPHICS WORKS... FOR INFORMATIONS AND PRICES WRITE TO:



IF YOU HAVE A COMMERCIAL OR PROFESSIONAL WORKING ACTIVITY, WE RENT ADVERTISEMENT SPACES ON THIS BLOG... FOR INFORMATIONS AND PRICES WRITE TO:



---------------------------------------------------------------
SEND US YOUR ARTICLES EVEN ANONYMOUSLY, WE WILL PUBLISH THEM ON THIS BLOG

INVIATECI I VOSTRI ARTICOLI ANCHE IN MODO ANONIMO, VE LI PUBBLICHEREMO SU QUESTO BLOG

-----------------------------------------------------------------

Friday, January 20, 2012

Italiani, spettatori impotenti del fallimento dell'Italia

Italiani, spettatori impotenti del fallimento dell'Italia

Stampa
Gli analisti indicano la soglia del 6% del rendimento dei titoli di stato decennali come la soglia limite oltre la quale non si torna indietro. Ciò è accaduto per Grecia, Portogallo e Irlanda. L'Italia ha sfondato tale limite qualche giorno fa e da allora, nel giro di una manciata di sedute, sembra che tutto stia andando a picco con una velocità esponenziale. Una corsa verso il disastro finanziario inarrestabile che ora dopo ora fa segnare record negativi per le Borse, le banche ma anche per lo spread che da poco ha superato il livello di 455 punti. Oggi i Btp decennali rendono il 6,33% e la Borsa a metà giornata perde il 7%.  Sembra come se l'Italia sia entrata in un vortice in cui più si avanza più aumenta la spinta verso il default, un turbine speculativo che muove capitali per miliardi di dollari, raccolti in fondi di investimento che si alimentano con l'aumento dei rendimenti dei debiti sovrani.
E noi cittadini ? Noi siamo semplici spettatori inermi che guardano con speranza e paura le sorti del Paese, senza sapere il perchè nè il come siamo finiti in qualcosa che è fuori dal nostro controllo, e che altri avrebbero dovuto evitare. Questi altri a cui mi riferisco sono coloro che negli ultimi 20 anni avrebbero dovuto capire che un'azienda che ha più debiti che introiti è vulnerabile. Probabilmente questo lo si sapeva, il problema è che nonostante la consapevolezza si è sempre deciso di agire in funzione delle elezioni, e al debito "un giorno ci si penserà". Stupida politica per stupidi politici. Abbiamo seminato vento ed ora riceviamo tempesta, proprio quella in cui siamo capitati.
Prepariamoci al peggio, il cetriolo mondiale è proprio dietro di noi!

No comments:

Post a Comment

Commenti